Statistiche web Cronologia della MPI femminile di 24 ore su strada - IUTA Italia

Cronologia della MPI femminile di 24 ore su strada

Come si osserva dalla tabella, la 24 ore italiana femminile è legata soprattutto a due atlete, prima Maria Teresa Nardin (classe 1950) e poi Monica Casiraghi (classe 1969).

Inoltre i primati sono stati effettuati quasi tutti in prove all’estero, anche perché solo di recente sono aumentate le competizioni di 24 ore nel suolo italiano.

C’è da osservare che la Nardin, nel 1989 aveva corso 201,365km, ma in una 24 ore in pista. Di fatto è stata la trentina a essere la prima italiana a superare i 200km.

La MPI della Casiraghi, nata il 04.04.1969, del 10.12.2006 è stata ottenuta alla sua prima partecipazione a una 24 ore.

La più recente del 2010 è stata ottenuta da Monica all’età di 41 anni, durante il Campionato IAU di 24 ore.  231,390km in 24 ore significa che l’atleta ha corso alla media di 6’13”/km = 9’63”km/h.

Si aggiunge che l’altro nome che compare nella cronologia, Lorena Di Vito, classe 1962, ha corso 83 ultramaratone di cui 8 di 24 ore in un ventennio ed è ancora in attività. Infatti il 21.11.2021 è stata 20^ all’Ultra K Marathon 50km (4h54’14”).

Ai prossimi Campionati Europei IAU 2022 di 24 ore a Verona il 17-18, Monica Casiraghi assieme a Paolo Bravi rivestirà il ruolo di allenatore della Nazionale, che presenterà 6 atlete: Lorena Brusamento (PB 221,719km), Francesca Canepa (PB 224,264km), Elena Fabiani (PB 209,451km), Eleonora Rachele Corradini (PB 221,177km), Elisa Bellagamba (PB 212,181km), Francesca Ferraro (PB 214,572km).

Monica Casiraghi e Ivan Cudin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.