Statistiche web 1° Ultratrail della Maiella (UTM-KM45) e 5° Sui sentieri di Celestino V (TM-KM15) – 11.09.2022 - IUTA Italia

1° Ultratrail della Maiella (UTM-KM45) e 5° Sui sentieri di Celestino V (TM-KM15) – 11.09.2022

Domenica 11 settembre 2022 si svolgerà sui sentieri del Parco Nazionale della Maiella, attraversando i Comuni di Manoppello, Roccamorice, Serramonacesca, Pretoro, Rapino, Lettomanoppello, Caramanico Terme, Abbateggio, Guardiagrele, Pennapiedimonte il 1° Ultratrail della Maiella 45km e Sui Sentieri di Celestino V 15km. L’Ultra Trail è Campionato Regionale di Ultra Trail Medio UISP. Prova del 20° Grand Prix IUTA 2022 di UltraTrail (coeff. 16), prova del Campionato Italiano IUTA 2022 di Combinata Individuale (la 1^ prova la Pistoia-Abetone Ultramarathon 50km il 26 giugno). La manifestazione è organizzata dall’ASD Marathon Club Manoppello Sogeda. Per l’UTM-KM45, ritiro pettorali ore 4.15-6.45, punzonatura ore 6.45-7.10 e partenza ore 7.15 nel piazzale della Basilica del Volto Santo in via dei Cappuccini a Manoppello (PE). La gara UTM-KM45 (D + 2.500m) è omologata UISP, ha un tempo massimo di 10 ore, vi possono partecipare gli atleti tesserati UISP, altri EPS (riconosciuti dal CONI che abbiano sottoscritto la convenzione con la Fidal), Fidal, Runcard EPS e Runcard. Tutti gli atleti devono aver compiuto il 20° anno di età ed essere in regola con la certificazione d’idoneità medico sportiva per la pratica sportiva atletica leggera o trail alla data dell’11.11.2022. Le gare sono in semi-autosufficienza idro-alimentare.  L’organizzazione gestirà dei posti di rifornimento in cui i concorrenti potranno trovare cibo e bevande. In nessun posto di ristoro saranno disponibili i bicchieri in plastica, a eccezione del primo C.P. per motivi pratico/organizzativi. Per bere gli atleti devono munirsi di bicchiere o altro contenitore personale adatto all’uso; ogni corridore dovrà accertarsi di disporre –  alla partenza da ogni posto di ristoro – della quantità d’acqua minima prevista come materiale obbligatorio e/o che gli sarà necessaria per arrivare nel successivo posto di ristoro. I ristori personalizzati sono ammessi solo all’interno dei ristori ufficiali previsti dall’organizzazione, ogni rifornimento volante sul tracciato (denunciato e documentato) sarà sanzionato. 

MATERIALE OBBLIGATORIO

Con l’iscrizione, ogni corridore sottoscrive l’impegno a portare con sé il materiale obbligatorio sottoelencato, durante tutta la corsa; la loro mancanza, totale o parziale (una volta accertata), sarà sanzionata;(verifiche possibili in ogni momento a giudizio dell’organizzazione):

– Abbigliamento adeguato al periodo e al meteo di giornata. 

– Riserva d’acqua minimo 0,5 litri, borraccia o Camelbag. 

– Giacca impermeabile o simile, adatta a sopportare condizioni di brutto tempo. 

– Telefono cellulare sempre acceso (inserire il numero di soccorso dell’organizzazione)

– Lampada frontale (solo per la UMT-KM45). 

– È consentito l’utilizzo dei bastoncini. L’atleta che ne farà uso dovrà portarli con sé per tutto il percorso. Nessun volontario o personale di soccorso sarà autorizzato al ritiro/custodia dei bastoncini degli atleti. 

– Scarpe da trail running.

– Fischietto.

– Guanti.

– Coperta termica 

MODALITÀ D’ISCRIZIONE

Le iscrizioni si accettano sul sito timingrun@gmail.com  

Stop iscrizioni al raggiungimento di 200 atleti e non oltre le ore 20 del 6 settembre 2022

MODALITÀ DI PAGAMENTO:

Tramite il sito:  https:// www.timingrun.it .  

Oppure tramite la segreteria Timing Run timingrun@gmail.com  Graziano, inviando e-mail con scheda d’iscrizione, tessera, certificato medico agonistico e copia del bonifico

MAIELLA

La Maiella è un massiccio dell’Appennino abruzzese, altezza massima monte Amaro (2.795m), sito nella parte mediana della dorsale, che riunisce varie vette superiori ai 2.000m (Tre Portoni, Acquaviva, Pesco Falcone, Porrara, ecc.). È il gruppo montuoso più importante dell’Appennino centrale dopo quello del Gran Sasso. Esso è costituito da una lunga dorsale orientata da Nord a Sud fra i bacini del fiumi Pescara e Sandro. La Maiella è delimitata, partendo dai Piani di Pescocostanzo, dalla Valle Frentana sin nei pressi di Casoli, poi dalla valle del fosso Laio sino a Guardiagrele e da un limite geologico fra i calcari e i terreni argillosi-arenacei fino a Pescara, quindi dalla valle della Pescara, da quella del fiume Orte, e infine da una serie di campi carsici che per Campo di Giove si collegano a quelli di Pescocostanzo. La Maiella è circondata da un anello stradale percorribile da mezzi automobilistici, mentre poche e difficili sono le vie pedonali attraverso il gruppo; i valichi sono localmente denominati “guadi”. Non esistono ghiacciai o nevai permanenti. La Maiella è circondata da una serie di centri abitati. Su uno dei contrafforti della Maiella, il Morrone, si eleva il Monastero di Santo Spirito della Maiella (1130m), noto fin dal XII sec., ma reso particolarmente celebre da s. Pietro Celestino (papa Celestino V), il quale nel 1264 vi fondò l’ordine degli eremiti, detto poi dei Celestini. Il monastero, assai potente per i privilegi concessigli da pontefici e imperatori, nel 1807 fu soppresso per ordine di Giuseppe Bonaparte.   

MANOPPELLO

Manoppello è un comune in provincia di Pescara, nella regione Marche con 5mila abitanti ca, posto a 257 mslm. Alle falde della Maiella (350m), accanto al Santuario, nel XVI sec. sorse il complesso religioso Convento-Santuario del Volto Santo. Fu in questo paesino, che un misterioso pellegrino consegnò il volto santo di Gesù Cristo a Giacomo Antonio Leonelli (1506). Si tratta di un velo esilissimo con le sembianze del Redentore, eseguito con colori che non hanno corpo. Nel 1617, il Velo fu donato ai Cappuccini e la venerazione e il culto del Volto Santo ebbero subito un rapido sviluppo. Nel 1859, ebbe inizio la costruzione del Santuario. Nel 1933, Convento e Santuario tornarono ai Frati Francescani Cappuccini. Il Convento è raggiungibile con l’autostrada A25, si esce al casello di Bussi e si raggiunge Manoppello (10km). In treno, si scende alla stazione del paese con il locale da Pescara e si continua a piedi sino al Convento. A Manoppello, in via Abbadia Santa Maria Arabona, si trova l’Abbazia di Santa Arabona, gestita dai Padri Salesiani, situata fra i pini, su una breve altura, in posizione panoramica, assai suggestiva, fondata nel 1208 nei pressi di un cenobio benedettino preesistente.

SEGRETERIA

Timingrun cell. 393.0440107 Graziano Di Lizio email: timingrun@gmail.com –  www.timingrun.it

INFORMAZIONI

Donatello Di Bartolomeo cell. 333.4638738

Franco Schiazza cell. 340.8990398

Rezno Seccia Renzo cell. 380.3964348

Febbo Venturino cell. 349.4081283

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.