Statistiche web Ultramaratona di 24 ore. Sorokin vuol fare la storia - IUTA Italia

Ultramaratona di 24 ore. Sorokin vuol fare la storia

Al Consolini il 16 settembre sono 240 gli atleti al via al Campionato Europeo IAU.

L’atleta lituano è il primatista mondiale con 309,399km percorsi.E sul percorso di Verona punta a migliorare ancora il suo record.

Inizia ufficialmente il conto alla rovescia per il Campionato Europeo IAU di 24 ore. I riflettori si accenderanno alle ore 10 del mattino di sabato 17 settembre sull’importantissimo appuntamento continentale di ultramaratona, al centro Consolini di Verona, e resteranno illuminati fino al giorno seguente. I 240 atleti partecipanti, in rappresentanza di 28 nazioni, correranno lungo un percorso di 1.525,48m per 24 ore, in una gara iconica dell’International Association Ultrarunners (IAU).

Ieri mattina, all’azienda Arredo Park, la presentazione della corsa, che sarà preceduta dalla cerimonia di apertura all’Agsm Porum, venerdì 16 settembre, e poi si chiuderà con le premiazioni nel pomeriggio di domenica 18 settembre, al Best Western C.te Hotel Verona.

Il parterre di atleti coinvolti è notevole, a cominciare dal lituano Aleksandr Sorokin, primatista del mondo in carica con 309,399km percorsi, misura registrata lo scorso anno in Polonia. Sorokin gioca per vincere e sul percorso veronese cercherà probabilmente di cementare il suo record.

Tra le donne, occhio a Therese Falk, norvegese primatista europea con 261,170km. L’Italia, invece, aspetta un po’ di rivedere prestazioni importanti. Ci proverà con Francesca Canepa e con Eleonora Rachele Corradini che, nell’edizione 2020 a Bussolengo ha registrato la quinta miglior prestazione italiana.

Per gli uomini, toccherà a Marco Visintini o ad Alessio Filippo Gazzo provare a portare in alto i colori azzurri. Inoltre, si correrà in concomitanza anche una gara Open, con 125 atleti e una decina di nazioni rappresentate. Numeri altissimi, che premiano la città di Verona e un percorso particolarmente ampio, con solo due strettoie e un giro di boa molto largo. E che significano anche uno sforzo organizzativo imponente, a cominciare dalla logistica che prevede dei gazebo privati per ciascuna squadra in gara.

A fare gli nori di casa nella conferenza stampa di presentazione, il presidente di Mombocar Giampaolo Aloisi, orgogliosamente in prima linea nell’organizzazione dell’unica manifestazione italiana di ultramaratona insignita della Golden Label IAU nel 2022.

«Ringrazio chi ha creduto in noi, facendoci ottenere un risultato splendido per Mombocar e per la città di Verona. Portare qui questa manifestazione è un fiore all’occhiello. Grazie alla federazione, agli sponsor, alle autorità, e al gruppo di soci. Due anni fa, nell’edizione di Bussolengo, mi ha stupito sentire i cittadini fare il tifo per 24 ore, anche di notte. È vero che il centro Consolini è un po’ defilato, ma questo tipo di manifestazione si presta a interagire con gli atleti, crea entusiasmo, tifo e coinvolgimento» ha commentato.

Presenti al tavolo anche il sindaco di Villafranca Roberto dall’Oca, il presidente FIDAL Veneto Francesco Uguagliati e Gregorio Zucchinali, presidente Nazionale IUTA e consigliere mondiale IAU. Un ruolo importante lo avrà anche l’Università di Verona, rappresentato dal prof. Cantor Tarperi, impegnato da anni nella ricerca sulla corsa prolungata.

È prevista anche una diretta in streaming, sui canali ufficiali IUTA, che coprirà la quasi totalità della manifestazione, con interviste e approfondimenti su: Iuta Italia YouTube – YouTube

08.09.2022             FRANCESCA CASTAGNA            www.larena.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.