Statistiche web 23^ ed. Campionati Europei IAU 2022 di 24h – 28^ Lupatotissima – Verona 17-18.09. 2022: CS finale - IUTA Italia

23^ ed. Campionati Europei IAU 2022 di 24h – 28^ Lupatotissima – Verona 17-18.09. 2022: CS finale

Sabato 17 e domenica 18 settembre si è svolto a Verona il più grande evento di 24 ore della storia dell’Ultramaratona mondiale. Teatro della manifestazione è stato il circuito di 1.525,48m misurato e certificato all’interno e all’esterno della Pista Adolfo Consolini.

I Campioni Europei 2022 sono risultati Patrycja Bereznowska dalla Polonia e Aleksandr Sorokin dalla Lituania. Patrycja Bereznowska ha percorso 256,250km e Aleksandr Sorokin ha stabilito il nuovo record mondiale IAU (in attesa di ratifica) con 319,614km.

Il 2° posto nella gara femminile è andato alla francese Stephanie Gicquel con 253,580km e il 3° posto alla polacca Malgorzata Pazda-Pozorska con 251,806km.

Nella gara maschile, il 2° posto è andato al polacco Andrzej Piotrowski con 301,858km e il 3° posto all’italiano Marco Visintini con 288,437km.

Nella gara a squadre, la Polonia ha vinto entrambe le medaglie d’oro: 754,821km per le donne e 825,525km per gli uomini. Nella gara a squadre femminile la Francia è arrivata 2^ con 731,727km e la Germania 3^ con 719,582km.

Nella classifica maschile, il 2°posto è andato alla Lituania con 817,915km e il 3° alla Spagna con 800,016km.

Oltre al Campionato Europeo IAU individuale e per Nazioni, la Lupatotissima ha ospitato anche una gara Open, aperta a tutti, che ha visto primeggiare tra le donne l’olandese Hinke Schokker con 208,343km e in campo maschile il rumeno Gabriel Andrei Ailenei con 261,336km. La 2^ classificata femminile della gara Open è risultata Cristina Trestin dell’ASD Zena Runners (199,660km), 3^ Annalisa Fitti della ASD Podistica San Salvo (192,316km).

Nella gara maschile, il 2° è stato l’atleta dell’ASD Bergamo Stars Atletica, Francesco Francescato (224,810km), 3° Fabio Amabrini del G.S. Bancari Romani (201,892km).

L’Organizzazione della Lupatotissima è stata curata in tutti i particolari dal Gsd Mombocar, in stretta collaborazione con il Comune di Verona, la IUTA, i Giudici della Federazione Italiana di Atletica Leggera, il dipartimento di Scienze Motorie dell’Università di Verona (che ha svolto una speciale ricerca scientifica) e il Consiglio Esecutivo della IAU.

La manifestazione ha visto iscritti 240 atleti nel Campionato Europeo IAU in rappresentanza di 28 Federazioni Europee di Atletica e 110 atleti nella cosiddetta gara Open.

Al fianco del Gsd Mombocar, che aveva già organizzato un Campionato Mondiali di 24 ore su pista nel 2001 e due Campionati Europei sempre di 24 ore su pista (nel 1999 e nel 2006), con numeri di partecipazioni ovviamente limitati, hanno contribuito, per allestire un evento di questa portata, la Regione del Veneto, i quattro Main Partner Cantine di Verona, Best Western CTC Hotel Verona, Arredo Park e Pastificio Avesani, oltre ai numerosi e fedeli Sponsor del Club organizzatore.

Il Campionato Europeo IAU 2022 di 24 ore, con la Lupatotissima, ha avuto l’onore di esser inserito nel progetto dei Grandi Eventi 2022 della Regione del Veneto e scelto come evento dell’anno dalla IUTA, l’Associazione Italiana di Ultramaratona e Trail, rappresentata a Verona da buona parte dei Consiglieri nazionali, di molti Promoter Regionali e guidata dal Presidente Nazionale Gregorio Antonio Zucchinali, che ha seguito tutte le fasi tecniche e logistiche al fianco del segretario generale della manifestazione Scevaroli e di tutto lo staff, composto da 150 persone.

L’apertura del Campionato e la sfilata delle Nazionali Europee ha avuto luogo venerdì pomeriggio 16 settembre al Palasport Agsm e ad ufficializzare l’inizio del Campionato sono stati il Sindaco del Comune di Verona Damiano Tommasi, il Presidente mondiale della IAU, il canadese Nadeem Khan e il Presidente del Gsd Mombocar Giampaolo Aloisi.

Un grande tributo di applausi è stato dato dal pubblico, tutto in piedi, alla delegazione dell’Ucraina. L’inno d’Italia e la canzone “Nel blu dipinto di blu” (volare) sono state cantate dalla singer Laura Borselli.

La cerimonia finale di premiazione e di chiusura del Campionato Europeo si è svolta domenica pomeriggio nella grande sala conferenze Mirò del Best Western CTC Hotel Verona, tutta gremita di atleti, dirigenti, autorità e spettatori.

L’intero svolgimento del Campionato Europeo è stato coperto dalla diretta TV in streaming sul canale YouTube della IUTA, condotto dal cronista Fabio Rossi e realizzato da Piper Vision TV. Analoga diretta per visualizzare le classifiche è stata ospitata da Icron e realizzata da Dream Chrono di Perugia. Le voci che hanno accompagnato il pubblico in questa avventura sportiva sono state di Enzo Tubini e Sally Goldsmith. Il supporto medico e di sicurezza sono stati garantiti dai medici Citarella, Tregnaghi e Boldrini, da Croce Azzurra, dal Team Massaggi Mombocar, da Cittadino Sicuro.

Come si è detto in apertura di questo comunicato, questo è stato probabilmente l’evento più importante della storia delle Ultra. Non si era mai assistito a così tanti e grandi risultati. E’ stata l’unica gara al Mondo che ha visto 2 uomini superare i 300km, che ha avuto ben 4 donne che hanno superato i 250km, che ha visto 47 atleti in totale (39 Uomini e 8 Donne) che hanno superato i 240km (soglia “elite” corrispondente ai 10 km/h) e infine ben 126 atleti che hanno percorso più di 200 km. Sorokin, Piotrowski e Visintini entrano nella lista Al Time Mondiale dei TOP 10 uomini (al 1°, al 3° e al 5° posto).

Stephanie Gicquel entra nella lista All Time Mondiale dei Top 10 Donne (al 9° posto).

Il record IAU maschile conseguito da Sorokin ha dimensioni non immaginabili fino a un anno fa, quando il 28 e il 29 agosto del 2021 il lituano aveva migliorato con 309,399km il precedente record appartenuto per 24 anni dal mitico atleta greco Yiannis Kouros.

Il greco non solo vantava 303,506km dall’ottobre del 1997 ed era l’unico uomo ad aver superato la soglia dei 300km in una giornata, ma aveva anche conseguito ben 9 tra le prime 10 prestazioni di tutti i tempi al mondo e per 15 volte aveva superato il “muro” dei 275km. Inoltre Kouros era riuscito a detenere contemporaneamente tutti i record dalle 24 ore in su, ovvero le 48 ore, la 6 giorni, i 1.000km e le 1.000miglia.

Sorokin aveva quindi battuto nel 2021 un autentico “mito” dell’Ultramaratona e atletica mondiale.

Tra il 2021 e la primavera del 2022 il lituano aveva migliorato inoltre i record mondiali della 100miglia (11h14’56”), dei 100km (6h05’41”) e delle 12 ore (177,410 km).

Con la prestazione di Verona di 319,614km, ben 10km in più del precedente suo record IAU dello scorso anno,

Aleksandr Sorokin ha sfiorato di raggiungere il tetto delle 200miglia (321,8688km), che aveva costituito il sogno mai raggiunto del mitico Kouros e da tutti gli atleti anglofili.

Un’altra curiosità e coincidenza: sia Sorokin, sia Kouros hanno conseguito le loro distanze record all’età di 41 anni e questa osservazione potrà dare sicuramente luogo a osservazioni di carattere tecnico e scientifico.

Oltre al record IAU assoluto maschile di Sorokin, questo Campionato Europeo sarà ricordato anche per le seguenti 5 migliori prestazioni mondiali di categoria, quattro in campo maschile e 1 in campo femminile:

M40: Aleksandr Sorokin (LTU) con 319,614km

M45: Marco Visintini (ITA) con 288,437km

M50: Michael Ohler (GER) con 267,782 km

M55: Nicolas de Las Heras (SPA) con 261,649km

W60: Esnaola Agesta (SPA) con 216,455 km

PRESTAZIONI NAZIONALI ASSOLUTE Sono stati migliorati ben 11 migliori prestazioni nazionali assolute:

Italia maschile: Marco Visintini con 288,437km

Italia femminile: Eleonora Rachele Corradini con 235,676km

Austria femminile: Karin Freitag con 229,457km

Croazia maschile: Zdravko Jadrijev con 255,478km

Croazia femminile: Paula Vrdoljak con 238,032km

Francia femminile: Stephanie Gicquel con 253,580km

Gran Bretagna femminile: Joanna Zakrzewski con 247,984km

Irlanda maschile: Edward McGroarty 258,820km (già suo in precedenza, nel 2021)

Lituania maschile: Aleksandr Sorokin con 319,614km

Polonia maschile: Andrzej Piotrowski POL con 301,858km

Slovenia maschile: Luka Videtic con 264,956km (già suo in precedenza, nel 2022)

CLASSIFICHE A SQUADRE Moltissime anche le migliori prestazioni riportate nella classifica a squadre per Nazioni, tra le quali segnaliamo per brevità:

Record dei Campionati Europei a squadre Uomini: Polonia con 825,525km

Record dei Campionati Europei a squadre Donne: Polonia con 754,821km

Miglior Prestazione Assoluta Italiana a squadre Uomini: 778,040km (Visintini + Tucci + Marchesi)

Miglior Prestazione Assoluta Italiana a squadre Donne: 670,691km (Corradini + Bellagamba + Fabiani)

I dati statistici sopra sono a cura di Stefano Scevaroli ed Enrico Vedilei

23.09.2022                               Ufficio Stampa Gsd Mombocar                       

Marco Visintini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *