Grand Prix Iuta

GP Iuta ALBO d'ORO
GP Iuta 2020 UltraTrail
GP Iuta 2020 Ultramaratona
GP Iuta 2019 UltraTrail
GP Iuta 2019 Ultramaratona
GP Iuta 2019 Combinata Club
GP Iuta 2018 UltraTrail
GP Iuta 2018 Ultramaratona
GP Iuta 2018 Combinata Club
GP Iuta 2017 UltraTrail
GP Iuta 2017 Ultramaratona
GP Iuta 2017 Combinata Club
GP Iuta 2016 UltraTrail
GP Iuta 2016 Ultramaratona
GP Iuta 2016 Combinata CLUB
GP Iuta 2015 UltraTrail
GP Iuta 2015 Ultramaratona
GP Iuta 2014 UltraTrail
GP Iuta 2014 Ultramaratona
GP Iuta 2013 UltraTrail
GP Iuta 2013 Ultramaratona
GP Iuta 2012 UltraTrail
GP Iuta 2012 Ultramaratona
GP Iuta 2011 - classifiche
GP Iuta 2010 - classifiche
GP Iuta 2009 - classifiche
GP Iuta 2008 - classifiche
GP Iuta 2007 - classifiche
GP Iuta 2006 - classifiche
GP Iuta 2005 - classifiche
GP Iuta 2004 - classifiche
GP Iuta 2003 - classifiche
* * * * * * * * * * * * * * * *

Calendari

Calendari Campionati IUTA
Camp. Italiani Iuta 2020
Camp. Italiani Iuta 2019 CLUB
Camp. Italiani Iuta 2019
Camp. Italiani Iuta 2018
Camp. Italiani Iuta 2018 CLUB
Camp. Italiani Iuta 2017
Camp. Italiani Iuta 2016
Camp. Italiani Iuta 2015
Camp. Italiani Iuta 2014
Camp. Italiani Iuta 2013
Camp. Italiani Iuta 2012
Camp. Italiani Iuta 2011
Camp. Italiani Iuta 2011
Camp. Italiani Iuta 2010
Camp. Italiani Iuta 2008
Camp. Italiani Iuta 2007
Camp. Italiani Iuta 2006
Camp. Italiani Iuta 2005
Camp. Italiani Iuta 2004
Camp. Italiani Iuta 2003
Camp. Italiani Iuta 2002
Camp. Italiani Iuta 2001
Calendari Nazionali
2020 Calendario Iuta U-T
2020 Calendario Iuta U-M
2019 Calendario Iuta U-M
2019 Calendario Iuta U-T
2018 Calendario Iuta U-M
2018 Calendario Iuta U-T
2017 Calendario Iuta U-M
2017 Calendario Iuta U-T
2016 Calendario Iuta U-T
2016 Calendario Iuta U-M
2015 Calendario Iuta U-M
2015 Calendario Iuta U-T
2014 Calendario Iuta
2013 Calendario Iuta
2012 Calendario Iuta
2011 Calendario Iuta
2010 Calendario Iuta
2009 Calendario Iuta
2008 Calendario Iuta
2007 Calendario Iuta
2006 Calendario Iuta
2005 Calendario Iuta
2004 Calendario Iuta
2003 Calendario Iuta
2002 Calendario Iuta
2001 Calendario Iuta
2000 Calendario Iuta
Varie
Camp. ItalianI FIDAL all time

Adotta il percorso

Premessa

Antidoping

Norme Antidoping (nadoitalia.it)

ATLETI di interesse IUTA

Lista atleti UNDER 35

C.I. IUTA di combinata IND

C.I. Iuta 2019 - REG

Camp. Ita. IUTA per CLUB

Classifica 2^ edizione (2019)

Challenge patrocinio Iuta

Challenge L.Orta 50Km in 20giorni

Convenzioni per tesserati

Elenco convenzioni

Cosa fa la IUTA

Cosa fa la IUTA

IAU: documenti / moduli

Istruzioni per le classifiche

Incentivi Organizzatori

Incentivi gare SU PISTA 2019

IUTA: cert.percorsi

6 Ore Templari 2011

IUTA: criteri di selezione

Criteri di selezione 2019 CM 24 ore

IUTA: relazioni di convegni e seminari

Accinni CNR - Marcatori biochimici di equilibrio cellulare e stress ossidativo

MODULI IUTA 2020

LISTA MODULI 2020

Normative e quote IUTA 2016

Classi di Qualità IUTA 2016

Normative e quote IUTA 2017

Classi di Qualità IUTA 2017

Normative e quote IUTA 2018

NORMATIVE e QUOTE 2018

Normative e quote IUTA 2019

NORMATIVE e QUOTE 2019

Normative e quote IUTA 2020

NORMATIVE e QUOTE 2020

Organigramma IUTA

organigramma IUTA 2017-2020 al 20.02.2020

OverChallangeTrail

OCT 2015 class. femminile

Regolamenti gare ist. U-M

16_18 ottobre 2020_reg L ULTIMO SOPRAVVISSUTO_CASTELLANETA MARINA (TA)

Regolamenti gare ist. U-T

2020.06.14 Villa Lagarina

Statuto IUTA

Statuto - 6 gennaio 2009

Tesserati IUTA 2019

Elenco tesserati Iuta al 19.9.2019

Tesserati IUTA 2020

Elenco tesserati Iuta al 7.3.2020

Tesserati IUTA anni prec.

Tesserati IUTA 2018

Tracce GPS

ARCHIVIO TRACCE GPS

Trofeo delle Regioni

Regolamento TdR 2019

Verifica gli Iscritti

Presentazione

Youri - raccolta pile

Volantino di presentazione


Gruppi Sportivi -link-

- Asd Villa De Sanctis
- GSD Mombocar
- Amatori Atletica Chirignago
- Bergamo Stars Atletica
- Sport Events Cortona

Siti Amici -link-

- Lupatotissima
- Magraid
- Corsa in montagna
- Run Today
- 100 km del Passatore
- Podisti Net
- CorriUmbria
- Il Blog di Sir Marathon
- il blog di Enrico Vedilei
- Ultrasport maratone e dintorni
- Spiritotrail
- AndòCorri


News del :23-5-2020, 13:45 Scritta da: Stefano.64
Excursus storico sulla corsa in montagna: il XX secolo
Il titolo di primo atleta di corsa in montagna si potrebbe far risalire all’uomo di Similaun, denominato Ötzi, ritrovato nel 1991 sulle Alpi Venoste, al confine tra l’Italia e l’Austria. Si tratta di un essere umano risalente presumibilmente all’età del rame, ovvero al 3.300-3100 a.C., conservatosi in un ghiacciaio. Il suo peculiare equipaggiamento da montagna comprendeva un paio di calzature imbottite di fieno.
La corsa in montagna in Italia ha le sue origini nelle regione Lombardia. La disciplina nasce in particolare con l’esigenza da parte dei residenti delle zone della montagna di spostarsi lungo mulattiere e sentieri. L’essere umano è sempre stato attratto dalle sfide e dal desiderio di dar vita a manifestazioni sportive nel proprio ambiente. Così è sorta la pratica di questa particolare specialità, che con gli anni è stata regolamentata e sviluppata. Agli esordi non esistevano per la verità norme precise da seguire a riguardo dei tracciati o la tipologia di gara, ci si basava sulla passione nonché sull’impegno ed entusiasmo dei primi organizzatori e degli atleti.
Nel 1949, l’ENAL (Ente Nazionale Assistenza ai Lavoratori) organizzò i primi Campionati Italiani a Staffetta Trofeo Tommaso Monti, in località Fraine di Pisogne (BG) con squadre composte da tre atleti ciascuna. Vittoria per il Cral Monte Maddalena - Brescia con V. Rosi, A. Tameni ed E. Sterranaini, manifestazione che si svolse sino al 1978, tranne che nel 1961.
Nel 1965, ci fu la Targa Ministero della Difesa per Squadre militari a Taibon Agordino (BL) con vittoria del G. S. Fiamme Oro - Moena (A. Genuin, C. Varesco, A. Genuin). La manifestazione fu disputata sino al 1978.
Poi, nel 1972, fu organizzata la 1^ edizione del Campionato Italiano a Staffetta in località Morbegno, in provincia di Sondrio, sotto l’egida della FIDAL. Vittoria per la Pro Patria S. Pellegrino - Milano (L. Conti, Barattoni, O. Segrada).
Nel 1974, a Vanadio, nel cuneese, fu disputato il primo Campionato Individuale Seniores ENAL, vinto da Mario Varesco (C.S. Forestale di Roma).
Dopo un anno di stop (1975), nella 2^ edizione del 1976, il Campionato Individuale ENAL a Castelnuovo (LU) fu vinto da Raimondo Balicco (C.S. Forestale Roma).
All’anno 1976 invece risale il 1° Campionato Italiano Individuale FIDAL disputatasi a S. Pellegrino Terme (BG) con la vittoria di Giovanni Mostacchetti (C.S. Forestale).
Nel 1977, il Campionato ENAL a Ceppomorelli (NO) fu vinto da Andrea Giupponi (S.C. Bar Emma Comar) e il Campionato FIDAL a S. Pellegrino Terme (BG) ancora da Andrea Giupponi.
Nel 1978, fu fondato il Comitato Nazionale Corse in Montagne, con l’intenzione del riconoscimento ufficiale della disciplina corsa in montagna da parte della FIDAL. A Laives (BZ) fu disputato il 4° e ultimo Campionato Individuale ENAL con vittoria di Privato Pezzoli (S.C. Bar Emma). Mentre sempre nel 1978, il Campionato Individuale FIDAL fu vinto da Claudio Simi (G.S. Orecchiella Castelnuovo G.).
Nel 1979, Il Campionato Italiano Prove Multiple fu vinto da Gianni Rovedatti (G.S. Inter-Mobili Casazza). La 1^ edizione del Campionato di Società Maschile fu vinto da S.C. Bar Emma Camerata.
Nel 1980, in occasione dell’assemblea di Cagliari ci fu il riconoscimento e fu sottoscritto il Regolamento del settore, che contemplava la nascita di gare di corsa in montagna per il settore femminile, nonché per le categorie giovanili.
Il 1° Campionato Individuale Femminile Seniores 1980 si svolse a Bressanone (BZ) e fu vinto dalla bellunese Agnese Possamai (S.S: Fiamma Dolomiti). Il Campionato Italiano Maschile 1980 si svolse a luglio a Ceppo Morelli (Novara) con vittoria e record del toscano Claudio Simi (49’25”). La Possamai si classificò pure al 1° posto nella successiva 2^ edizione del 27 settembre 1981 a Strigno (TN), davanti a Maria Canins, quindi con atlete provenienti dalla pista e dallo sci di fondo, poiché a quei tempi era assente ancora una vera specializzazione della lotta in montagna . Il 1° Campionato di Società Femminile fu vinto dall’U.S. Aldo Moro Paluzza.
Il 1° marzo 1981 a Milano fu costituito il nuovo Comitato Nazionale Corse in Montagna. Era composto da dodici membri: tre rappresentati la segreteria, quattro di nomina FIDAL e cinque eletti dalla società sportive.
Nel 1981, si disputarono il Campionato Italiano Maschile Seniores e Juniores, il Campionato Italiano Maschile a Staffetta, il Campionato Italiano Maschile di Società, Il Campionato Italiano Femminile Seniores e Juniores. Il Campionato Italiano Maschile di Società era il risultato dei punteggi conseguiti dai team nelle gare maschili individuali e a staffetta. Mentre il Campionato Individuale prevedeva quattro prove, quello a staffetta invece tre e quello femminile una sola prova. Ancora all’anno 1981, risale la 1^ edizione del Gran Premio delle Valli d’Italia, prova per rappresentative di Comunità e Comprensori Montani, in località Strigno (TN) e vittoria per la Comunità Montana Alta Val Brembana.
Nel 1982, ci fu la fondazione del Comitato Internazionale Corse in Montagna, al convegno di Peia, in provincia di Bergamo, riconosciuto da parte dei dirigenti del settore delle nazioni maggiormente interessate.
Poi, nel 1984, a Zogno, sempre nel bergamasco, fu sottoscritto il regolamento per l’organizzazione di un’importante gara internazionale da svolgersi ogni anno, la Coppa del Mondo della Corsa in Montagna. L’evento conobbe negli anni un successo e un maggior numero di nazioni partecipanti. Cosicché la IAAF riconobbe ufficialmente la Coppa del Mondo di Corsa in Montagna.
Nella 1^ edizione del 1985, gli atleti italiani, selezionati dal tecnico nazionale Raimondo Balicco, si classificarono al 1° posto nella Coppa del Mondo.
Dal 1985, invece, a livello europeo, si svolse il Trofeo di Corsa in Montagna, Campionato Europeo ufficioso.
Nel 1988, al Sestriere, la 1^ ed. del Campionato Italiano Seniores Cross Lungo con vittoria di Lucio Fregona (CS Forestale Roma), team che vinse le edizioni del Campionato Società nel 1988-1989-1990-1991-1992.
Il 28-30 agosto 1992 si disputò l’8^ Coppa del Mondo e il 1° Campionato Internazionale Individuale, che comprendeva la prova Seniores Lungo, Seniores Corto e Juniores. Nella prova per nazioni, vittoria maschile per l’Italia e femminile per l’Austria, con l’Italia al 4° posto. Tra le Juniores, vittoria per la nostra Rota Gelpi.
 
BIBLIOGRAFIA
BASSANELLI R., Approccio poliedrico, in Jogging, I (1981), 7, 76-78
CAPATA G., La “Corsa in Montagna”. Dispensa Informativa per Tecnici, FIDAL. Comitato Regionale del Lazio, Roma 2002.
POGGI U., Novità nella formula del campionato italiano, in Jogging, I (1981) 7, 68-75.
UFFICIO STAMPA FIDAL (ed.), Annuario dell’atletica 1993, FIDAL, Roma 1982, 583-590.
 
Area riservata

Nickname :

Password :

Recupera user/password

 

Registrati alla newsletter


Sponsor / Eventi


























































copyright IUTA Per domande su questo sito Web contattare
IutaItalia by JotaroKujo is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia LicenseBased on a work at www.iutaitalia.it
Creative Commons License