Grand Prix Iuta

GP Iuta ALBO d'ORO
GP Iuta 2021 UltraTrail
GP Iuta 2021 Ultramaratona
GP Iuta 2020 UltraTrail
GP Iuta 2020 Ultramaratona
GP Iuta 2019 UltraTrail
GP Iuta 2019 Ultramaratona
GP Iuta 2019 Combinata Club
GP Iuta 2018 UltraTrail
GP Iuta 2018 Ultramaratona
GP Iuta 2018 Combinata Club
GP Iuta 2017 UltraTrail
GP Iuta 2017 Ultramaratona
GP Iuta 2017 Combinata Club
GP Iuta 2016 UltraTrail
GP Iuta 2016 Ultramaratona
GP Iuta 2016 Combinata CLUB
GP Iuta 2015 UltraTrail
GP Iuta 2015 Ultramaratona
GP Iuta 2014 UltraTrail
GP Iuta 2014 Ultramaratona
GP Iuta 2013 UltraTrail
GP Iuta 2013 Ultramaratona
GP Iuta 2012 UltraTrail
GP Iuta 2012 Ultramaratona
GP Iuta 2011 - classifiche
GP Iuta 2010 - classifiche
GP Iuta 2009 - classifiche
GP Iuta 2008 - classifiche
GP Iuta 2007 - classifiche
GP Iuta 2006 - classifiche
GP Iuta 2005 - classifiche
GP Iuta 2004 - classifiche
GP Iuta 2003 - classifiche
* * * * * * * * * * * * * * * *

Calendari

Calendari Campionati IUTA
Camp. Italiani Iuta 2021
Camp. Italiani Iuta 2020
Camp. Italiani Iuta 2019 CLUB
Camp. Italiani Iuta 2019
Camp. Italiani Iuta 2018
Camp. Italiani Iuta 2018 CLUB
Camp. Italiani Iuta 2017
Camp. Italiani Iuta 2016
Camp. Italiani Iuta 2015
Camp. Italiani Iuta 2014
Camp. Italiani Iuta 2013
Camp. Italiani Iuta 2012
Camp. Italiani Iuta 2011
Camp. Italiani Iuta 2011
Camp. Italiani Iuta 2010
Camp. Italiani Iuta 2008
Camp. Italiani Iuta 2007
Camp. Italiani Iuta 2006
Camp. Italiani Iuta 2005
Camp. Italiani Iuta 2004
Camp. Italiani Iuta 2003
Camp. Italiani Iuta 2002
Camp. Italiani Iuta 2001
Calendari Nazionali
2021 Calendario Iuta U-T
2021 Calendario Iuta U-M
2020 Calendario Iuta U-M
2020 Calendario Iuta U-T
2019 Calendario Iuta U-M
2019 Calendario Iuta U-T
2018 Calendario Iuta U-M
2018 Calendario Iuta U-T
2017 Calendario Iuta U-M
2017 Calendario Iuta U-T
2016 Calendario Iuta U-T
2016 Calendario Iuta U-M
2015 Calendario Iuta U-M
2015 Calendario Iuta U-T
2014 Calendario Iuta
2013 Calendario Iuta
2012 Calendario Iuta
2011 Calendario Iuta
2010 Calendario Iuta
2009 Calendario Iuta
2008 Calendario Iuta
2007 Calendario Iuta
2006 Calendario Iuta
2005 Calendario Iuta
2004 Calendario Iuta
2003 Calendario Iuta
2002 Calendario Iuta
2001 Calendario Iuta
2000 Calendario Iuta
Varie
Camp. ItalianI FIDAL all time

Adotta il percorso

Premessa

Antidoping

Norme Antidoping (nadoitalia.it)

ASSEMBLEA IUTA 2021

Assemblea 26.2.2021

ATLETI di interesse IUTA

Progetto Atleti di interesse IUTA

C.I. IUTA di combinata IND

C.I. IUTA combinata IND 2022

Camp. Ita. IUTA per CLUB

IL REGOLAMENTO 2022 - 4^ ed.

Certificati di misurazione

Lista PERCORSI e PISTE

Challenge patrocinio Iuta

Challenge Orta 10 in 10

Convenzioni per tesserati

Elenco convenzioni gare

Cosa fa la IUTA

Cosa fa la IUTA

IAU: documenti / moduli

Istruzioni per le classifiche

Incentivi Organizzatori

Incentivi gare SU PISTA 2019

IUTA: cert.percorsi

6 Ore Templari 2011

IUTA: criteri di selezione

Criteri di selezione 2019 CM 24 ore

IUTA: relazioni di convegni e seminari

Alimentazione ed integrazione by Elena Di Vittorio

MODULI IUTA 2021

Lista moduli 2021

MODULI IUTA 2022

Lista Moduli IUTA 2022

Normative e quote IUTA 2019

NORMATIVE e QUOTE 2019

Normative e quote IUTA 2020

NORMATIVE e QUOTE 2020

Normative-quote IUTA 2021

Normative-quote IUTA 2021

Normative-quote IUTA 2022

Normative-quote IUTA 2022

Organigramma IUTA

organigramma IUTA 2021-2024 al 16.10.2021

OverChallangeTrail

OCT 2015 class. femminile

Regolamenti gare ist. U-M

5 dicembre 2021_Sorrento Positano

Regolamenti gare ist. U-T

2021-08-28 Ultramarathon du Fallere

Statuto IUTA

Statuto - 6 gennaio 2009

Tesserati IUTA 2020

Elenco tesserati Iuta al 31.12.2020

Tesserati IUTA 2021

Elenco soci al 10.10

Tracce GPS

ARCHIVIO TRACCE GPS

Trofeo delle Regioni

Regolamento TdR 2020

Verifica gli Iscritti

Presentazione

Youri - raccolta pile

Volantino di presentazione


Gruppi Sportivi -link-

- Asd Villa De Sanctis
- GSD Mombocar
- Amatori Atletica Chirignago
- Bergamo Stars Atletica
- Sport Events Cortona

Siti Amici -link-

- Lupatotissima
- Magraid
- Corsa in montagna
- Run Today
- 100 km del Passatore
- Podisti Net
- CorriUmbria
- Il Blog di Sir Marathon
- il blog di Enrico Vedilei
- Ultrasport maratone e dintorni
- Spiritotrail
- AndòCorri


News del :20-3-2014, 00:37 Scritta da: FedMarchi
Massimo Termite e Luisa Zecchino vincono la 6 ore di San Giuseppe di Putignano

Si è svolta sabato scorso la terza edizione della 6 ore di San Giuseppe a Putignano (BA). La gara, disputata su un circuito nel centro storico di 1280 m, era valida come seconda prova del Grand Prix Iuta 2014 di Ultramaratona. Di seguito una cronaca della gara firmata da Michele Rizzitelli, promoter della Iuta per la Puglia.

 

 

Tutti sanno che una 6 ore si decide nell’ultima ora. E’ una gara in linea con caratteristiche simili a quelle a cronometro. Si lotta contro il tempo, non contro gli altri concorrenti. Nel dinamismo della corsa, venendo a mancare la lucidità e la freddezza, succede che questo concetto venga dimenticato e ci si trovi imbottigliati in ritmi non propri, rimanendo a corto di energie nella decisiva parte finale della competizione.

Da manuale è stata la gestione della 3^ edizione della 6 ore di San Giuseppe – Putignano da parte di Massimo Termite dell’Atletica Monopoli (BA). Incurante degli iniziali fuochi d’artificio di alcuni concorrenti, ha mantenuto un ritmo costante, veleggiando  intorno alla quinta posizione nei primi due terzi di gara. Poi rapido come un gatto, con il suo gesto di corsa pulito, è sbucato dalle spalle dei battistrada, cominciando a divorare famelicamente i 1280 m del circuito. Scivolava velocissimo sull’asfalto dello spazioso Corso Umberto, un tempo occupato dalle mura cittadine; scompariva nelle tortuose vie del centro storico fra balconi fioriti, case bianche, antichi palazzi e sontuose chiese; la pavimentazione a chiancarelle giustapposte del percorso lievemente ondulato, mentre agli altri partecipanti procurava, sul finire di gara, qualche problema, per lui sembrava scorrevole come una pista d’atletica. Quando riemergeva e tornava in Corso Umberto, delimitato da architetture ottocentesche, s’imbatteva in un gigantesco carro allegorico di carnevale, concludeva il giro e ne cominciava un altro. Complessivamente è passato 59 volte al cospetto del carro per un totale di 76,496 km.

Anche l’idolo locale, Vito Intini, il suo secondo posto se l’è guadagnato negli ultimi giri. Evidentemente, abituato a correre per 24 ore persino su quello strano marchingegno chiamato tapis roulant, sul quale ha conquistato un record nazionale, 6 ore non sono state sufficienti per effettuare il completo recupero. Con il suo stile di corsa, che muove le braccia come se nuotasse nell’aria e lancia le gambe come se volesse aggredire il terreno, è passato 58 volte davanti al carro allegorico per un totale di 74,364 km.

Eccellente la prestazione di Germano Gentile, per lungo tempo in testa alla gara, che è passato 57 volte davanti al carro allegorico per un totale di 73,486 km. Al quarto posto Pietro Argentiero con 71,820 km, al quinto Cristoforo Chiapperino con 71,228 km.

Naturalmente, quando la classe è eccelsa, tattiche e consigli non fanno testo, si vince sempre. E’ il caso di Luisa Zecchino che ha vinto la gara femminile passando 54 volte davanti al carro allegorico e totalizzando 69,805 km. Al secondo posto Rita Maria Marzoli con 62,588 km, al terzo Maria Girolama Moramarco con 57,049 km, al quarto Marcella Delfine con 56,255 km, al quinto Valentina Dantile con 55, 536 km.

Ma cos’è quel carro mastodontico, menzionato fino alla noia?

Il Carnevale di Putignano, forse il più antico d’Europa, nel bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi, gli ha dedicato i carri allegorici. Aida, Ballo in maschera, Traviata, Rigoletto, Falstaff ecc. sono sfilati per tutta la durata della manifestazione, la più lunga del mondo, avendo inizio il 26 dicembre. Sto parlando della Fondazione del Carnevale di Putignano, evento festaiolo, non di una seriosa Fondazione culturale, tipo Alla Scala di Milano, che ha aperto la stagione lirica con un’opera di Richard Wagner. Il carro esposto riproduceva il funerale di Giuseppe Verdi, che ha vinto il primo premio. Un’aquila, dalla immensa apertura alare, occupava interamente il carro; sotto le ali, omiciattoli in verde strappavano la bandiera tricolore; dietro e al di sopra dell’aquila, Giuseppe Verdi emergeva disgustato e minaccioso dalla bara; le grandi ali rappresentavano il: “Va pensiero sull’ali dorate” del Nabucco, un inno che gli omiciattoli in verde hanno fatto proprio, scatenando l’ira del grande musicista che l’aveva composto con intendi diametralmente opposti. La cura dei dettagli, i colori, le luci, la dinamizzazione ne facevano una vera e propria opera d’arte.

182 i classificati, di cui 28 donne; 177 hanno superato la distanza della maratona. L’Amatori Putignano ancora una volta ha dimostrato, nonostante i tempi grami, la tradizionale efficienza e professionalità organizzativa. Pacco gara, premiazioni, medaglia, logistica, elettronica, speaker, ristori, pranzo, cena, pubblico, traffico cittadino, percorso nel caratteristico centro storico, tutto è stato studiato nei particolari e realizzato ad alto livello.

                                                             Michele Rizzitelli

Area riservata

Nickname :

Password :

Recupera user/password

 

Registrati alla newsletter


Sponsor / Eventi


























































copyright IUTA Per domande su questo sito Web contattare
IutaItalia by JotaroKujo is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia LicenseBased on a work at www.iutaitalia.it
Creative Commons License